Fidelity Card: Clicca sull'immagine e scoprine i vantaggi!


Erri Praino ritrova il sorriso: 'Ho vissuto stagioni difficili, ma qui sono davvero a casa'


"Obiettivo secondo posto? Godiamoci partita per partita, a iniziare dalla sfida con l'Albissola, poi tra qualche settimana potremo fare qualche conto in più"

L'Albenga calcistica sta vivendo con tutta probabilità uno dei momenti di maggior entusiasmo delle ultime decadi. Partita con l'intenzione di salvarsi, la formazione di Andrea Biolzi ha tagliato il traguardo un anticipo quasi sorprendente e ora, a otto giornate dalla fine del campionato, può addirittura covare qualche sogno di gloria.
I quattri punti che separano i bianconeri dal secondo posto non appaiono come una distanza incolmabile, visto il rendimento di Praino e compagni, ma proprio il difensore incita la squadra a godersi il momento, a pochi giorni dal big match contro la capolista Albissola.

Erri, domenica è arrivata l'ennesima prestazione convincente: ormai potete osservare la graduatoria esclusivamente verso l'altro.
"Ci vuole sempre equilibrio nell'affrontare momenti di questo tipo. Fino a qualche settimana fa non si sapeva ancora che tipo di finale di stagione ci sarebbe spettato, ma gli ultimi risultati ci hanno sicuramente messo al riparo da possibili brutte sorprese. Parlare di playoff ora come ora rischia di alimentare aspettative forse esagerate, per cui godiamoci ogni partita al massimo delle nostre possibilità".

Ritrovare Albenga ha regalato al calcio savonese il "vecchio" Erri Praino?
"Direi proprio di si: l'ultimo anno e mezzo non è stato davvero semplice. A Pietra mi sono infortunato, poi a Cairo ho dovuto affrontare una situazione umanamente davvero complicata. Qui però ho ritrovato il piacere di giocare a calcio: non devo rincorrere certezze o necessariamente convincere qualcuno; percepisco una fiducia nei miei confronti totale, da parte del mister e dei compagni, e questo mi permette di scendere in campo la domenica al 100%".

La partitissima con l'Albissola arriva nel momento giusto?
"Questo è difficile dirlo, ma è una partita che potrà dire molto sulle nostre ambizioni. L'Albissola è la squadra più forte del campionato, però daremo tutti noi stessi per rendergli la vita dura. Siamo un gruppo forte, di "psicopatici" come ci piace chiamarci, con tanti giocatori davvero di buona qualità. Diamo tutto quello che abbiamo, poi domenica sera potremo fare qualche conto in più".

Nessun commento:

Posta un commento

Critiche, commenti e correzioni sono ben accette e incoraggiate, purché espresse in modo civile. Regolatevi di conseguenza poiché i commenti che non rispettano le regole saranno rimossi immediatamente, sopratutto se pubblicati anonimamente.