Fidelity Card: Clicca sull'immagine e scoprine i vantaggi!


Calcio, Pietra Ligure: domani molto più di una finale Play Off

Il tutto per tutto in una sola partita. La stagione del Pietra Ligure, viste le premesse estive (una campagna acquisti sontuosa e risultati prestigiosi), sembrava destinata ad un altro tipo di finale. Così non è andata e a festeggiare la promozione diretta in Eccellenza è stata, meritatamente, l'Albissola. 

Eppure fra molti degli addetti ai lavori del calcio regionale, la convinzione che la rosa a disposizione di Flavio Ferraro fosse superiore a quella di Luca Monteforte non è ancora del tutto svanita: gente come Daddi, Espinal, Cocito ecc... rappresentano un valore oggettivo e inconfutabile.

Per la società del Presidente Micalizzi non resta, quindi, che cercare di centrare l'obiettivo prefissato ad inizio anno tramite i Play Off. La sfida secca casalinga contro l'Albenga (con due risultati su tre a disposizione) sembra l'occasione giusta, ma attenzione a non fidarsi troppo.

Lo sa bene Flavio Ferraro, allenatore del Pietra Ligure. L'esperto tecnico sa che questa volta non si può fallire: nella preparazione alla partita nulla è stato lasciato al caso, la concentrazione è stata massima. Un esempio? Gli allenamenti (rigorosamente al riparo da occhi indiscreti) anziché svolgersi nel consueto orario pomeridiano, sono stati per l'occasione svolti nello stesso orario della sfida che può valere l'Eccellenza. Una mossa per cercare di ricreare l'atmosfera che si vivrà nel tardo pomeriggio di domani.

Vietato commettere errori quindi per una squadra che nel corso del campionato ha lasciato per strada tanti punti più per carenze psicologiche che tecniche: la tenuta mentale sarà decisiva contro un Albenga lanciatissimo dopo la rincorsa che ha spinto gli ingauni dalla zona Play Out alle soglie del salto di categoria. Proprio lo scorso ottobre, mese disastroso per i biancazzurri, la squadra allenata da Biolzi spezzò i primi sogni di gloria dei Pietresi (eliminandoli dalla Coppa Italia), contribuendo fortemente a minare la fiducia di un gruppo che è a tratti è sembrato sì un colosso, ma con la gambe d'argilla.

90 o forse 120 minuti che valgono una stagione, forse anche di più. Dalle parti del "De Vincenzi" nessuno vuole assolutamente sbagliare: la prima volta in Eccellenza è ad un passo, guai a non approfittarne.


Fonte: SvSport

Nessun commento:

Posta un commento

Critiche, commenti e correzioni sono ben accette e incoraggiate, purché espresse in modo civile. Regolatevi di conseguenza poiché i commenti che non rispettano le regole saranno rimossi immediatamente, sopratutto se pubblicati anonimamente.