Fidelity Card: Clicca sull'immagine e scoprine i vantaggi!


Con l'arrivo di Cesari la musica è cambiata: Nessun traguardo ci è precluso


L'ingaggio dell'esperto difensore centrale è coinciso con il cambio di rotta degli ingauni: "Il mio segreto? Mi diverto ancora a giocare"


Può un solo giocatore cambiare un'intera squadra? Sicuramente no, ma è indubbio che l'arrivo all'Albenga di Damiano Cesari abbia portato nuove dinamiche all'interno dell'Albenga. L'ingaggio del difensore classe 1973 ha infatti coinciso con il cambio di rotta dei bianconeri, pronti a decollare dalle polveri della zona retrocessione fino agli altari della griglia playoff.

Damiano, eri arrivato tra mille pregiudizi dovuti all'età, e invece...
"Non credo che un giocatore, da solo, possa spostare gli equilibri della squadra, però spero di aver dato il mio contributo nel deciso cambio di marcia che ha avuto l'Albenga. Forse l'arrivo di un nuovo elemento di esperienza ha riacceso qualcosa in alcuni miei compagni e se indirettamente ne sono stato il responsabile allora non posso che esserne felice. Per quanto riguarda i pregiudizi sono abituato, anche l'estate scorsa qualche trattativa non si era conclusa positivamente per questo motivo. Non ho comunque rivincite da prendermi, a 42 anni vivo ancora il calcio con molta leggerezza".
Come si fa a passare i 40 ed essere ancora decisivi?
"Amando molto questo sport, poi è indubbio che l'approccio con il quale ti rapporti alla vità è fondamentale. A 22 anni avevo già due figli e mi sono dovuto prendere delle responsabilità, inoltre ho sempre cercato di avere uno stile di vita sano e anche la dea bendata, preservandomi da gravi infortuni, mi ha dato una mano".
Com'è nata l'idea Albenga?
"Il direttore e il presidente hanno avuto un entusiasmo contagioso. Abito a Stella e lavorando di notte non è sempre facile essere al 100%, ma questa maglia e questo gruppo valgono qualsiasi tipo di sacrificio".
Ormai la quota salvezza è quasi raggiunta: come affronterete l'ultima parte del campionato?
"La zona playoff è lì vicina, ad appena tre punti, perchè allora non provarci? Nelle ultime partite abbiamo battuto squadre come Borzoli, Taggia, Bragno e Veloce, dimostrando di valere una posizione di graduatoria importante. Siamo in forma, coesi, ben allenati, non vedo perchè non dovremmo tentare di raggiungere un obiettivo difficile, ma alla nostra portata".

Nessun commento:

Posta un commento

Critiche, commenti e correzioni sono ben accette e incoraggiate, purché espresse in modo civile. Regolatevi di conseguenza poiché i commenti che non rispettano le regole saranno rimossi immediatamente, sopratutto se pubblicati anonimamente.